Intervento 1.1 / 1.2 – Bando

Bando “Startup – il Futuro è rurale”

Azione 1: Supporto alla creazione di imprese, innovazione e diversificazione delle attività e del reddito

1.1 – Interventi legati all’avviamento di start-up, microimprese e delle piccole e medie imprese per attività extra agricole innovative

1.2 – Interventi legati agli investimenti diretti all’aumento della competitività e dell’innovazione del comparto delle microimprese locali

Beneficiari:
– Persone fisiche che intendono avviare una nuova impresa nell’area del Gal Terre di Murgia;
– Microimprese e piccole imprese “non agricole” già esistenti che intendono avviare un nuovo ramo di impresa con un nuovo codice di classificazione ATECO (per l’oggetto della nuova attività economica consultare All. G al bando);

Dove realizzare gli interventi:
Esclusivamente nell’area del GAL Terre di Murgia s.c.ar.l., ossia nei territori dei Comuni di:
Altamura, Bitetto, Cassano delle Murge,Sannicandro di Bari, Santeramo in Colle e Toritto:

Oggetto dell’intervento: L’intervento 1.1 garantisce un sostegno all’avviamento e startup per attività extra – agricole. Per l’intervento 1.2 l’attivazione è volta agli investimenti e allo sviluppo delle piccole realtà imprenditoriali nell’Area Gal, con la finalità di una maggiore qualificazione delle produzioni e delle vendite di beni e servizi. L’operazione garantisce un sostegno agli investimenti nelle microimprese di attività non agricole e concorre al raggiungimento degli obiettivi strategici della SSL.L’intervento 1.1 è attivato congiuntamente all’intervento 1.2, in una logica di progetto integrato complesso “pacchetto start-up”. Pertanto, il codice ATECO riguardante l’attività per la quale si richiede il premio a valere sull’intervento 1.1 deve obbligatoriamente coincidere con quello dell’attività oggetto di richiesta di sostegno a valere sull’intervento 1.2. Solo per l’intervento 1.1 l’aiuto non è direttamente collegato alle operazioni o agli investimenti che il beneficiario deve realizzare, ma viene concesso in modo forfettario quale aiuto allo start-up ed è legato alla corretta attuazione del piano di sviluppo.

Più specificatamente l’aiuto sarà orientato alle iniziative nei seguenti settori, coerenti alla visione d’insieme dell’Area Gal, alla SSL 2014 – 2020 e in stretta in continuità e coerenza con il PSL 2007/2013, rafforzando e innovando il tessuto produttivo esistente):

1. – Investimenti per servizi turistici, culturali, ricreativi, di intrattenimento
2. – Investimenti in attività commerciali
3. – Investimenti in attività artigianali
4. – Investimenti in servizi educativi e didattici
5. – Investimenti in servizi innovativi inerenti le attività informatiche

Dotazione Finanziaria Intervento 1.1: € 600.000,00
Dotazione Finanziaria Intervento 1.2: € 1.420.000,00

Termini e Scadenze:

01/08/19 ore 00:00 – Termine di apertura di operatività del portale SIAN per il rilascio della Domanda di Sostegno.
30/10/19 ore 12:00 – Termine di chiusura di operatività del portale SIAN per il rilascio della Domanda di Sostegno.
11/11/19 ore 13:00 – Consegna della Domanda di Sostegno corredata di tutta la documentazione progettuale.

Nota Bene:
Il GAL evidenzia che per partecipare al bando occorre preliminarmente aprire un FASCICOLO AZIENDALE attraverso un CAA e successivamente delegare un TECNICO per la compilazione della domanda di sostegno sul SIAN. La delega avviene attraverso la compilazione dei modelli 1 e 2. I modelli devono essere inviati via e-mail alla Regione Puglia ENTRO e NON OLTRE le ore 23.59 del 23 ottobre 2019.

Bando e Allegati:

  BANDO STARTUP – il Futuro è Rurale

il Bando scade tra:

 
 

Documenti Utili

Di seguito pubblichiamo documentazione utile di supporto(pdf, slide, video), da poter scaricare

il bando in 10 punti

Per ogni ulteriore informazione scrivici a info@galterredimurgia.it – specificando nell’oggetto: Rif. INTERVENTO 1.1/1.2

Orari di Ricevimento

a partire dal 2 settembre 2019

il Lunedi, il Mercoledi, il Venerdi dalle ore 10.00 alle 12.00

F.A.Q. Intervento 1.1/1.2

Domanda 1

 

Cosa si intende per servizi alle altre attività e per attività tipiche del territorio, due elementi relativi ai criteri di selezione delle domande?

 

1) In riferimento al punteggio attribuito ad “altre attività”, non afferenti al settore turistico, nel capitolo 15, al punto 2.2 a pag. 20 del bando, è esplicitato che le stesse ricevono 10 punti, così come indicato:
• Iniziative afferenti le attività turistiche punti 15
• Iniziative afferenti servizi alla persona e altre attività punti 10
• Iniziative afferenti le attività artistiche e/o artigianali tipiche del territorio punti 15
I criteri di valutazione adottati nell’attribuzione dei punteggi sono coerenti con gli obiettivi e gli Ambiti Tematici del PAL 2014-2020

2) Per “attività tipiche del territorio”, fermo restando la coerenza delle stesse con i codici ATECO indicati nell’allegato G, si intendono attività, servizi, produzioni artistiche e/o artigianali connessi e radicati nella storia, nella cultura e nelle tradizioni dei 6 comuni che compongono il partenariato GAL, e/o di cui sia comprovata la “tipicità” e/o l’origine “storica” nel territorio, attraverso certificazioni, riconoscimenti, accrediti, elenchi, albi, etc., tenuti o concessi da soggetti terzi ed Enti pubblici.

Domanda 2

 

Aziende non agricole che non sono censite mediante fascicolo aziendale sul portale SIAN, possono comunque avere accesso alle agevolazioni?

 

Si, previa apertura del fascicolo aziendale sul portale SIAN

Domanda 3

 

e’ obbligatorio delegare un tecnico iscritto all’albo degli agronomi o dei commercialisti per operare sul SIAN?

 

Possono operare sul SIAN esclusivamente liberi professionisti iscritti all’albo/ordine in possesso obbligatorio della polizza professionale

Domanda 4

 

è possibile candidare un progetto integrato che preveda l’apertura di due o più codici ateco ammissibili?

 

No.

Domanda 5

 

l’impresa deve necessariamente avere sede legale in Puglia? o è sufficiente che la sede operativa oggetto di agevolazione sia localizzata nei comuni del Gal Terre di Murgia?

 

L’impresa che partecipa al bando deve avere la sede in uno dei sei comuni del Gal: Altamura, Bitetto, Cassano delle Murge, Sannicandro, Santeramo in Colle, Toritto

Domanda 6

 

L’avviso è cumulabile con altre agevolazioni regionali?

 

Gli aiuti sono concessi nel rispetto delle condizioni di cui al Regolamento (UE) n. 1407/2013 “aiuti de minimis”.

Domanda 7

 

Una attività che intende avviare solo servizi di vendita on line (ateco 47.91.10 commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet) senza punto vendita fisico, è ammissibile?

 

si se la sede dell’attività si trova nei sei comuni del Gal: Altamura, Bitetto, Cassano delle Murge, Sannicandro, Santeramo in Colle, Toritto